Maurizio Griffo

Maurizio Griffo è professore ordinario di storia delle dottrine politiche presso il Dipartimento di Scienze politiche della Federico II di Napoli.

La centralità della comunicazione e la metamorfosi delle classi politiche

La crescente importanza della comunicazione politica è un fenomeno che appare evidente anche ad un osservatore superficiale delle vicende pubbliche. La contesa tra le varie forze politiche, infatti, è costantemente accompagnata dalla registrazione dei consensi che ogni formazione politica riscuote. In questo modo il dibattito sui temi di attualità va di pari passo con le quotazioni in salita o in discesa nella informale borsa dei consensi che ciascun leader o ciascun partito riscuote.

Così, molte delle prese di posizione o delle iniziative delle varie forze politiche sono espresse o intraprese non perché coerenti a un determinato patrimonio ideale ma perché motivate dal loro prevedibile effetto sulle rilevazioni demoscopiche. Se questi sviluppi risultano chiari anche a chi non presta molta attenzione alle vicende politiche, per meglio comprenderli può risultare utile collocarli in una dimensione cronologica più ampia. 

In altri termini, per capire gli sviluppi recenti occorre rifare, sia pure brevemente, la storia di questa evoluzione. Una evoluzione che è legata ai modi in cui si articola e si sviluppa la partecipazione politica.